Tutorial: Come usare la Videocamera - Tecniche di Ripresa

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Tutorial: Come usare la Videocamera - Tecniche di Ripresa

Messaggio  Admin il Mer Apr 02, 2008 9:27 pm

Salve a tutti,
come sappiamo, per fare video è indispensabile disporre di quel pacchetto di conoscenze che ci permettono di utilizzare una videocamera in maniera accettabile.

In questo post darò alcuni piccoli consigli a quei pochi meno bravi di me in modo che possano conoscere ed ispirarsi leggendo queste righe.

Inizio subito ricordandovi che ogni impercettibile movimento della videocamera viene da essa amplificato con risultati spesso disastrosi nel video finale. Forse perché stimiamo troppo i nostri lavori, o forse semplicemente perché siamo meno esigenti nei nostri confronti, non facciamo caso a questi movimenti quando riguardiamo i nostri video, ma possiamo garantire che uno spettatore viene spesso infastidito da ciò e viene così portato a costatare la differenza del nostro lavoro da uno più professionale.

E’ quindi importante che la telecamera effettui movimenti fluidi e precisi. Per questo, evitiamo di tenerla a mano: cerchiamo quindi di impiegare un solido cavalletto (o treppiede, sono la stessa cosa) al fine di rendere stabile la telecamera.


In alcuni casi si può necessitare che la videocamera (d’ora in poi “m.d.p.”, come usato nel gergo cinematografico, iniziali di “Macchina Da Presa”) sia in movimento. In televisione si usano degli apparecchi chiamati steadycam o flycam: sono apparecchi tenuti a mano, che in linea di massima si possono descrivere come se fossero costituiti da un tubo verticale, la cui estremità inferiore sia saldata ad un peso ed in quella superiore sia montata la m.d.p.. Questi, oltre ad essere costosi (a 300 euro si trovano solo i più economici…) sono compatibili solo con delle particolari serie di videocamere professionali per le quali sono stati progettati. Essi permettono di muoversi con la m.d.p. in assoluta libertà e con una sorprendente fluidità. Un surrogato dello steadycam può essere il treppiede se viene chiuso ed usato in maniera analoga.


Un altro mezzo, più usato nel cinema che nella TV, è il carrello. In questo caso si pone la m.d.p., già montata sul cavalletto, su di un carrello dotato di ruote. Il carrello è solitamente un piano (di legno, di plastica, …) od una struttura metallica chiudibile ai quali sono montate delle ruote che possono essere “libere” o scorrere su dei binari. In questo caso si parla di “dolly”. Un apparecchiatura simile è visibile nel programma “Buona la Prima”, di Ale e Franz, posizionata proprio d’avanti al palco scenico e usata spesso durante la trasmissione.


Un'altra cosa, che dico solo per curiosità, è che per fare delle riprese particolari come dei “tilt” (ovvero quando la m.d.p. riprende dall’alto al basso o viceversa) si possono usare dei “crane”, ovvero dei bracci meccanici, simili a delle piccole gru, la cui altezza, a seconda dei tipi, si aggira attorno ai 4 o 5 mt. nei quali possono far alzare od abbassare la m.d.p. generando delle bellissime riprese, molto adatte ai finali dei film. Il prezzo di tali aggeggi è sempre molto elevato, ma molti film-maker appassionati al fai da te se ne sono costruiti di tutti i tipi con una spesa davvero irrisoria e senza lavorarci neanche troppo. Costruirne uno è uno dei progetti che mi sono prefissato e che spero di concludere.


Prossimamente penso di pubblicare in un post una completa guida dove spiegherò quello che so in merito ai tipi di inquadrature ed ai loro utilizzi.

A presto e buon divertimento! cool
avatar
Admin
Amministratore
Amministratore

Numero di messaggi : 47
Età : 25
Località : Jesi (AN)
Data d'iscrizione : 22.01.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.trbstudios.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum